Guida alla scelta degli utensili CNC da usare nella lavorazione della pietra

In una macchina a controllo numerico si usano diversi tipi di utensili ognuno dei quali è ottimizzato per un specifico tipo di lavorazione.
Nelle diverse situazioni utilizzando l’utensile corretto si può ottenere sempre un risultato ottimale in termini di tempo di lavorazione e qualità della finitura.

CHE MATERIALE VOGLIAMO LAVORARE CON LA NOSTRA CNC?

Il primo criterio che possiamo considerare per differenziare gli utensili è rappresentato dal tipo di materiale che vogliamo lavorare. Nascono così due macro categorie:

  • Materiali teneri – Marmo & Travertino
  • Materiali duri – Granito, Quarzo, materiali sintetici

CHE TIPO DI LAVORAZIONE DOBBIAMO ESEGUIRE?

Le lavorazioni che possiamo fare con una macchina a controllo numerico sono sostanzialmente le seguenti:

  • Incisioni semplici (es. lettere, numeri, finitura basso e alto rilievi)
  • Sgrossature leggere (sgrossatura di basso e alto rilievi, tagli incrementali)
  • Sgrossature pesanti (larghi o profondi ribassi ad esempio lavandini, piani cucina, piatti doccia)
  • Fori
  • Tagli con entrata laterale sul materiale
  • Profilatura bordo sagomato
  • Lucidatura e finitura

Se adesso riportiamo le informazioni sopra citate sotto forma di tabella sarà semplicissimo capire che tipo di utensile usare in relazione al tipo di lavoro da eseguire.


Materiali teneri –
Marmo & Travertino
Materiali duri –
Granito, Quarzo, materiali sintetici
INCISIONI
(lettere, numeri)
FINITURA RILIEVI

SGROSSATURE LEGGERE
(sgrossatura di basso e alto rilievi, tagli incrementali)

SGROSSATURE PESANTI
(larghi o profondi ribassi
per lavandini, piani cucina, piatti doccia)
FORI(through and blind holes)
TAGLI
(con entrata laterale)
PROFILATURA BORDO SAGOMATO
Widia V-bit router for marble

Widia V-bit router for marble

Le punte in Widia sono punte ideali per le incisioni semplici sul marmo e su qualsiasi tipo di pietra tenera.
Questi utensili sono anche chiamati V-bits per via della loro forma a V. Si possono avere in diversi angoli, ad esempio: 30°, 60°, 90°. Quelle con angolo di 30° hanno anche diverse varianti. Queste varianti riguardano l’estremità della punta, cioè se raggiata o piatta. Le versioni raggiate e piatte vanno da 0,5mm a 3mm. Si consiglia un’entrata nel materiale di tipo a rampa con un angolo tra la superficie del materiale e la traiettoria di discesa di 30°.


Polycrystalline Diamond (PCD) Router Bits

Polycrystalline (PCD) Router Bits

Le punte in Policristalllino sono punte adatte per le incisioni sul granito, quarzo e materiali sintetici.
In confronto a quelle in Widia, queste punte sono molto più dure, garantiscono velocità più elevate, una durata 10 volte superiore e una finitura ancora più pulita. Anche queste sono disponibili con diversi angoli, ma non esistono ne in versione raggiata ne in versione piatta.
Sia le punte in widia che quelle in policristallino sono ottime anche per la parte di finitura di un basso o alto rilievo.
Si consiglia anche in questo caso un’entrata nel materiale di tipo a rampa con un angolo tra la superficie del materiale e la traiettoria di discesa di 30°.


Le mole da ribasso sono mole adatte per scavare grosse quantità di materiale. Vengono molto spesso usate nell’esecuzione di lavandini, piatti doccia e piani cucina. Per la versione elettrodeposta il diametro di questo utensile è di 87mm, nella versione per granito, quindi sinterizzata, questo utensile è disponibile con diametro 50mm, 87mm e 91mm.
Si consiglia un’entrata nel materiale di tipo a rampa con un angolo tra la superficie del materiale e la traiettoria di discesa di 30°.

electroplated and sintered drainboard wheels

Electroplated and sintered drainboard wheels

Sintered core drill bits - granite

Sintered core drill bits – granite

Electroplated core drill bit - marble

Electroplated core drill bit – marble

Per l’esecuzione di fori esiste un utensile realizzato appositamente per questo scopo: Foretto diamantato. I foretti esistono nella versione elettrodeposta, per un foro sul marmo, e sinterizzata per un foro sul granito, il quarzo e i materiali sintetici

 

 


Electroplated finger bit - marble

Electroplated finger bit – marble

Sintered finger bit - granite

Sintered finger bit – granite

Uno degli utensili più usati è la fresa a candela. La fresa a candela serve per eseguire dei tagli sul materiale. Questi utensili nelle versioni più comuni non possono entrare nel materiale dall’alto perché non hanno materiale tagliente, possono solo tagliere lateralmente. Se si deve fare un taglio al centro del materiale la tecnica più comune è quella di eseguire un pre-foro e poi entrare con la fresa a candela esattamente all’altezza del foro.

 

Per quanto riguarda invece la lavorazione di bordi sagomati esistono utensili chiamati “Mole per profili”.
Esistono mole per profili di tantissime forme diverse, forme identificate mediante una lettera.
Ecco i profili standard:

Diamond profile set

Diamond profile set

Esistono mole per profili di tantissime forme diverse, forme identificate mediante una lettera.
Ecco i profili standard:

Edge working Standard Profiles

Edge working Standard Profiles

Il processo di profilatura del bordo del materiale è composto da una serie di passaggi, dalla sgrossatura del materiale fino ad una perfetta lucidatura. Si parla infatti di Kit di utensili.

Gli utensili all’interno di un kit sono identificati tramite la loro posizione, cioè in che ordine devono essere usati. Abbiamo quindi l’utensile chiamato Posizione 0, l’utensile Posizione 1, fino ad arrivare all’utensile Posizione 6. La Posizione 0 sarà l’utensile di sgrossatura e l’utensile Posizione 6 sarà l’utensile che darà la lucidatura più fine. Un kit è quindi normalmente composto da 7 utensili.


Frangistone wheel

Frangistone wheel

Esiste anche un altro utensile che estende il Kit, la Posizione 00. Questo utensile, brevettato Marmoelettromeccanica, è la mola Frangistone. La mola frangistone è una mola molto particolare perché è composta da una serie di dischi con diametro diverso che messi insieme formano il profilo desiderato.

Un aspetto molto importante è che la mola frangistone ha un forte potere di asportazione di materiale e quindi diminuisce drasticamente l’usura delle posizioni che lo seguono.

 


Razorstone wheel

Razorstone wheel

Anche la posizione 0 è una mola molto interessante. Questa si chiama mola Razorstone.

La mola Razorstone ha ormai sostituito completamente la vecchia mola a settori per quattro motivi principali:

– 5 volte più veloce della vecchia mola a settori
24 ore per la consegna, grazie al sistema componibile
– 24 ore per la realizzazione di qualsiasi profilo a disegno
– 50% in meno di costi perché ha una durata maggiore rispetto alla mola a settori


COMMENTI

Aspettiamo i vostri commenti e domande oppure contattaci all’indirizzo info @ mmgservice.it

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento